Come realizzare un mini-pond

Ecco come avere un "laghetto" con piante acquatiche sul tuo balcone!

Mini-pond o micro laghetto

Se non hai un giardino ma vorresti comunque poter avere un piccolo ecosistema acquatico con delle belle fioriture, puoi realizzare un mini-pond anche sul terrazzo o sul balcone!

Un mini-pond è un micro laghetto realizzato dentro un contenitore che può essere un mastello di plastica, una ciotola, una tinozza in metallo, una mezza botte di legno impermeabilizzata, o una vasca in pietra.

Ti consiglio di trovare un contenitore che abbia un diametro minimo di 60/70 cm, ma come sempre più grande è, meglio è.

L'altezza ideale è dai 32/35 cm in sù. Se vuoi mettere anche dei pesci, meglio 50 cm circa. Solo per le piante acquatiche non serve che il contenitore sia molto alto perchè esistono ninfee nane che crescono benissimo anche con soli 10/15 cm di acqua sopra il rizoma.

Dove posizionare il tuo mini-pond

Le piante acquatiche crescono meglio al sole, e le ninfee fioriscono solo se sono esposte al sole almeno qualche ora al giorno.

Tuttavia un piccolo contenitore contiene poca acqua, che con il calore del sole si scalda molto velocemente e quindi stimola la formazione delle alghe.

Se puoi posizionare il mini-pond in un luogo che prende il sole per alcune ore del giorno, ad esempio al mattino, e rimane un po' all'ombra nel resto della giornata, è la soluzione ideale!

Le piante acquatiche da inserire nel tuo mini-pond

Come in un normale laghetto, le tipologie di piante più semplici che ti consiglio di inserire sono 3, ovvero ninfee, piante palustri e piante ossigenanti sommerse.

Ti faccio un esempio di allestimento ideale per un mini-pond di 70/80 cm di diametro:

  • una ninfea nana da mettere al centro,
  • una pianta palustre alta (ad esempio una Pontederia Cordata o Butomus Umbellatus o Acorus Calamus Variegatus),
  • una pianta palustre bassa (ad esempio Hippuris Vulgaris o Equisetum Palustris Gracilis o Eleocharis Palustris),
  • una pianta palustre tappezzante che si sviluppa in superficie (ad esempio Myriophyllum Brasiliensis Red Stem o Ludwigia Palustris o Rotala Rotundifolia),
  • una pianta ossigenante sommersa (ad esempio Ceratophyllum Demersum o Elodea Canadensis o Potamogeton Crispus).

Tutte queste differenti piante creano un ambiente armonico, bello da vedere e in perfetto equilibrio.

La ninfea, oltre a regalarti delle bellissime fioriture, ombreggia la superficie riducendo l'impatto dei raggi solari. Le piante palustri aiutano il filtraggio e la depurazione dell'acqua, e le piante ossigenanti sommerse aiutano ad ossigenare l'acqua, e quindi, insieme alle altre piante, contrastano la formazione di alghe.

Per approfondire come coltivare le piante acquatiche scarica gratuitamente la "Guida alla Coltivazione delle Piante Acquatiche".

Se il mini-pond è abbastanza grande (almeno 80 cm di diametro), puoi inserire anche una pianta galleggiante come ad esempio Pistia Stratiotes (Lattuga d'acqua) o Eichornia Crassipes (Giacinto d'acqua) o Salvinia Auriculata. Queste piante sono molto belle, oltre ad avere anche funzione ombreggiante e depurativa, ma crescono molto e quindi dovrai diradarle frequentemente!

Se vuoi allestire il tuo mini-pond ma non hai la minima idea su come scegliere le migliori piante acquatiche, sicuramente può fare al caso tuo l'offerta Kit Micro Laghetto che trovi su www.laghettofacile.com .

Così, anche se vivi in città, quando vuoi, potrai facilmente scollegarti dalla vita frenetica di tutti i giorni, e fermarti ad osservare il tuo mini-pond con le bellissime piante acquatiche, i fiori acquatici, e i suoi abitanti come pesci rossi e libellule!

Ecco un esempio di mini-pond in equilibrio con le diverse specie acquatiche

Mini-pond o micro laghetto con ninfea nana

Il mini-pond con fior di loto

Esiste anche una seconda possibilità per allestire il laghetto. Probabilmente conosci il fior di loto come una specie esotica di pianta acquatica, che necessita di molto spazio per crescere. In realtà è così per i classici fior di loto grandi, ma devi sapere che esistono delle varietà nane di fior di loto che si adattano perfettamente ai piccoli spazi e quindi anche ai mini-pond!

Se vuoi inserire un fior di loto nano nel tuo mini-pond dovrai dargli a disposizione tutto lo spazio del contenitore. Per fiorire il fior di loto, infatti, ha bisogno di molta terra da cui trarre nutrimento, quindi dovrai tenere solo il fior di loto e non altre piante, all'interno di quel mini-pond.

Per realizzare un mini-pond con fior di loto ti basterà semplicemente riempire tutto il contenitore di terra fino a circa 15 cm dall'orlo e riempire i restanti 15 cm di acqua.

A questo punto pianterai il rizoma nella terra come spiegato nella "Guida alla Coltivazione delle Piante Acquatiche".

Ecco il mini-pond con fior di loto realizzato da Riccardo di Bologna

Mini-pond o micro laghetto con fior di loto nano

Il falso mito delle zanzare nei laghetti

Molti hanno paura di fare un laghetto o mini-pond vicino a casa perchè temono di essere invasi di zanzare... Non è assolutamente vero!

Le zanzare andranno certamente a depositare le loro larve dentro l'acqua del mini-pond, ma devi sapere che esistono degli animali che sono veramente ghiotti di queste larve!

In un giardino arrivano in modo naturale rane, libellule e altri insetti che mangiano le larve di zanzare.

Tra gli insetti predatori di zanzare più comuni ci sono i gerridi, anche chiamati insetti pattinatori, che camminano con le zampe sull'acqua, e le notonette, che sono insetti acquatici che vedi spesso nuotare appena sotto il pelo dell'acqua.

In un mini-pond, magari su un balcone, è meno probabile che arrivino da sole libellule e altri insetti, ma puoi inserire tu i principali predatori di larve di zanzare, ovvero i pesci!

Ti consiglio di inserire solo uno tra i due principali tipi di pesci adatti ai mini-pond, ovvero o i pesci rossi, o le gambusie.

I comuni pesci rossi si cibano molto volentieri delle larve di zanzare, e se metti 3/4 pesci rossi hai risolto il problema!

I pesci rossi si riproducono molto velocemente e quindi sono adatti se hai un mini-pond abbastanza grande (minimo 60/70 cm di diametro).

Se hai un mini-pond veramente molto piccolo, oppure se vuoi essere sicuro che non resti in vita nemmeno una larva di zanzara, puoi mettere 4/5 gambusie, che sono i pesci divoratori di larve di zanzare per eccellenza!

Le gambusie sono dei piccoli pesci lunghi 2/5 cm che si nutrono di vermi, insetti acquatici, piccoli crostacei ma soprattutto di larve di insetti, in particolare le larve di zanzara.

Se inserisci le gambusie, non inserire anche i pesci rossi, perchè le gambusie possono mangiarsi anche gli avanotti dei pesci rossi!

Infine, una cosa molto importante... le gambusie puoi inserirle nei mini-pond, ma ti sconsiglio di inserirle nel laghetto perchè, essendo dei voraci predatori, divorano oltre alle larve di zanzare, anche tutti gli altri insetti benefici per il laghetto. Inoltre se vengono liberate in altri corsi d'acqua naturali possono diventare un pericolo per l'ecosistema, vista la loro prolificità!

Se non hai spazio per un laghetto in giardino, ma ti piacerebbe averlo, come avrai capito, un mini-pond è un buon compromesso per te, ad un costo irrisorio e a rischio zero!

Per allestire al meglio il tuo mini-pond, contattaci tramite i canali indicati nella pagina Contatti !