Ninfee tropicali

Ninfee nell'antichità

Fin dall'antichità le ninfee tropicali suscitarono ammirazione tra i popoli asiatici e gli egizi. Gli antichi egizi adoravano le ninfee tropicali del Nilo, come si evince dai numerosi affreschi dei templi e delle tombe. Le specie che furono fedelmente rappresentate sono la Nymphaea Caerulea (foto) e la Nymphaea Lotus, che popolavano gli stagni della valle del Nilo migliaia di anni fa. La prima è il famoso loto blu dell'Egitto (da non confondere con le specie di nelumbo), mentre la seconda è una ninfea bianca notturna.

Ninfee tropicali

Le ninfee tropicali sono ancora più spettacolari di quelle rustiche, visti i grandi fiori emergenti e profumati.
I fiori delle ninfee tropicali sono prodotti in gran quantità e si alzano sul pelo dell'acqua di circa 20 cm. Le foglie sono grandi e decorative, in quanto spesso sono di vari colori e sono dentellate sui bordi.
Queste ninfee popolano le acque stagnanti e i corsi d'acqua lenti dell'Estremo Oriente, del Sud America, dell'Australia e dell'Africa.
In Italia le ninfee tropicali possono essere coltivate all'esterno nei mesi caldi, ma devono essere ritirate in un ambiente con temperatura stabile non inferiore a 10 gradi nei mesi invernali.
I sacrifici per la coltivazione di queste piante sono largamente giustificati dalla presenza di numerose varietà dal fiore blu e dalla fioritura notturna.

Coltivazione delle ninfee tropicali

Le ninfee tropicali sono in genere piante bulbose e la loro coltivazione è relativamente facile, anche se non consigliata ad un neofita del settore.
Le ninfee tropicali hanno bisogno di molta luce per svilupparsi, quindi vanno piantate in pieno sole, e per fiorire hanno bisogno di una temperatura dell'acqua di almeno 25 gradi, che si raggiunge in genere nel mese di giugno.
Al contrario delle ninfee rustiche, le tropicali non necessitano di elevata profondita' tra vaso e pelo dell'acqua. Sono in genere sufficienti 15/30 cm di acqua sopra il vaso.
Il bulbo deve essere piantato in un contenitore di circa 30 cm di diametro ed eventualmente meno di altezza, contenente principalmente terra argillosa mista a sabbia, e soprattutto ricco di sostanza organica.
Prima delle gelate autunnali, i vasi devono essere ritirati in un locale con temperatura non inferiore a 10 gradi, fino alla primavera successiva.
La conservazione dei bulbi nei mesi invernali può essere effettuata nei vasi di partenza, oppure, in sabbia umida, svasando la ninfea ed estraendo il bulbo.

Ninfee tropicali giganti

Le ninfee più spettacolari in assoluto sono le ninfee tropicali giganti. Di questa categoria fanno parte principalmente la Nymphaea Victoria e la Euryale Ferox.
La Nymphaea Victoria colonizza le anse dei fiumi lenti e tranquilli dell'Amazzonia, dove per crescere ha bisogno di acque con almeno 27 gradi.
Le sue foglie possono raggiungere i due metri di diametro. Il lato superiore delle foglie presenta i bordi rialzati, interrotti da due incisioni che permettono all'acqua piovana di fuoriuscire. La pagina inferiore è caratterizzata da nervature robuste ed e' disseminata da spine che proteggono la pianta dai predatori acquatici.
La fioritura è notturna e i fiori, profumati e grandi fino a 30 cm di diametro, sono cangianti, bianchi il primo giorno fino a rosa-viola il terzo giorno.
Due sono le specie native di Nymphaea Victoria: la Victoria Amazonica, originaria della Guiana, e la Victoria Cruziana, originaria del Paraguay, di dimensioni leggermente inferiori rispetto alla prima.
La Euryale Ferox colonizza le acque lente e ferme dell'Asia.
Le foglie, di color verde oliva, possono raggiungere 150 cm di diametro e sono ricoperte di spine, senza i bordi rialzati. I fiori sono di color porpora e sono molto piccoli rispetto alla dimensione della pianta (5 cm di diametro).
In Italia questi giganti possono essere coltivati, preferibilmente in serra, ma devono essere seminati ogni anno, in quanto alle nostre latitudini assumono il comportamento di pianta annuale.

Vai all'elenco delle ninfee disponibili nel nostro vivaio

Vuoi avere informazioni per allestire il tuo laghetto e creare un ambiente magnifico e in perfetto equilibrio?

CLICCA QUI e SCARICA GRATIS "La Guida alla Coltivazione delle Piante Acquatiche"