Piante palustri e ossigenanti

Acquatiche o terrestri?

Le piante palustri sono la via di mezzo tra quelle acquatiche e quelle terrestri. Le loro foglie e i loro fiori si sviluppano liberi nell'aria, ma le loro radici hanno bisogno di un terreno sempre bagnato e non tollerano terreni asciutti.
In un laghetto naturale la loro crescita è spesso spontanea, oppure è consigliato piantarle direttamente nel limo del fondo in prossimità della riva, dove la profondità non è eccessiva.
In un laghetto artificiale, invece, queste piante vanno sistemate lungo i bordi, dove, nella costruzione del laghetto si deve aver predisposto un secondo livello di fondo, più alto rispetto a quello principale, per poter piantare le piante palustri.
Le piante palustri sono essenziali nei nostri laghetti, per dare un maggiore aspetto naturale e un maggior senso di dinamicità al laghetto. Esistono tantissime specie di piante palustri, tanto per citare le più note, i classici giunchi, le canne, i carex, le typhe, gli iris palustri, la sagittaria, la pontederia (foto), gli ibischi palustri, le felci e gli equiseti.

Vai all'elenco delle piante palustri disponibili nel nostro vivaio

Le piante da riva e terreno umido

Di fondamentale importanza è anche il contesto in cui si trova il laghetto. Bisogna anche progettare accuratamente come integrare il laghetto al resto del giardino, in particolare bisogna progettare quali piante mettere sulle rive del laghetto, altrimenti si rischierebbe di ottenere uno scarso risultato finale.
Le piante da terreno umido sono una categoria di piante che si colloca a metà strada tra piante palustri e terrestri. Queste piante hanno bisogno di terra sempre umida, ma non tollerano le radici costantemente in acqua.
In un giardino acquatico queste piante hanno la funzione di estendere l'area attorno al laghetto, riducendo la discontinuità con il resto del giardino. Come risultato finale queste piante danno l'impressione che il giardino acquatico sia più grande di quanto non lo sia in realtà.
L'esempio più spettacolare di pianta da riva è la gunnera manicata. Questa pianta, cresce fino a 2 metri e mezzo e ha delle foglie larghe un metro. Richiede un terreno umido e ricco di sostanza organica. In inverno però le foglie vanno tagliate e va pacciamata perchè questa pianta soffre il gelo.

Vai all'elenco delle piante per terreno umido disponibili nel nostro vivaio

Le piante ossigenanti

Queste piante vivono interamente sommerse ed hanno l'importantissima funzione di assicurare un'acqua limpida. Le piante ossigenanti liberano grandi quantità di ossigeno durante il giorno, elemento di vitale importanza per i pesci e tutti gli altri organismi che vivono nel laghetto.
Se il laghetto fosse scarso di ossigeno, la crescita delle alghe sarebbe favorita e l'acqua diventerebbe verde. Inoltre alcune piante ossigenanti offrono rifugio e alimento ai pesci e agli avannotti appena nati.
La quantità di piante ossigenanti in un laghetto deve essere proporzionale alla quantità d'acqua, ovvero averne poche o nessuna causerebbe scarsità di ossigeno, mentre averne troppe potrebbe soffocare la crescita di altre piante.

Vai all'elenco delle piante ossigenanti disponibili nel nostro vivaio

Le piante galleggianti

Le piante galleggianti fluttuano liberamente sul pelo dell'acqua, infatti le loro foglie sono strutturate in modo da contenere micro-bollicine di aria che permettono alla pianta di galleggiare.
Sono molto utili per la depurazione dell'acqua, grazie alle loro radici che crescono sott'acqua. Queste piante inoltre riducono l'apporto di luce sulla superficie del laghetto, riducendo quindi il rischio di prolificazione di alghe. Bisogna però considerare che alcune piante galleggianti possono essere molto invasive.
Alcune di queste piante, come il giacinto d'acqua, sono tropicali, e quindi durante la stagione invernale vanno ritirate in un locale protetto dal gelo.

Vai all'elenco delle piante galleggianti disponibili nel nostro vivaio

Vuoi avere informazioni per allestire il tuo laghetto e creare un ambiente magnifico e in perfetto equilibrio?

CLICCA QUI e SCARICA GRATIS "La Guida alla Coltivazione delle Piante Acquatiche"